Archivio news 05/02/2021

Protagonisti: Andrea Scordino

Alla vigilia della trasferta di Messina, parla il Direttore Generale

Un periodo davvero complicato quello appena trascorso per gli Amaranto fra situazione Covid e altre vicissitudini.
Non ci perdiamo d'animo, però. Il lavoro inizia a pagare, la prestazione magistrale contro Polistena dimostra che la via è giusta, di questo e tanto altro
parla oggi il DG Andrea Scordino.

Ciao Dir! Innanzitutto, come stai?

Ciao! Adesso per fortuna molto meglio, il peggio è passato, è stata una dura lotta contro il Covid, ma alla fine ho vinto io!

Ottimo! A maggior ragione ci lasciamo alle spalle un periodo decisamente faticoso, fra situazione sanitaria e ricostruzione del roster hai avuto un bel da fare...

Abbastanza, purtroppo la situazione covid ci aveva messo un po' in ginocchio, ma ripeto, siamo riusciti ad uscirne da vittoriosi, diciamo che da fine Novembre ai primi di Gennaio abbiamo avuto una vita sportiva frenetica.  Insieme all'Area Tecnica impegnata sul mercato, però. abbiamo cercato di sistemare la rosa inserendo finalmente dei professionisti degni di essere chiamati tali, che si sono uniti a un gruppo ferito, si, ma solido, superando quelle che erano le mele marce!

Troviamo tanti volti nuovi in casa Amaranto, sei soddisfatto del lavoro realizzato per rinforzare la rosa?

Assolutamente si, sono molto contento e siamo molto contenti tutti noi dirigenti, perché finalmente anche agli allenamenti si respira  un bel clima da vivere quotidianamente!  Abbiamo allestito una rosa per cercare di mantenere la Serie A2 in un paese piccolo ma con grandissime potenzialità. Ci manca il calore della nostra gente, speriamo di tornare ad esultare presto tutti insieme.

Ti senti di porre un obiettivo per questo finale di stagione?

Certamente! Di sicuro vorremmo raggiungere il prima possibile una condizione tranquilla in classifica,  e cercare di evitare i play out per, come detto prima, mantenere la categoria. Abbiamo progetti importanti che stiamo sviluppando con il Brand Bc5, ma ne parleremo a breve, non mi chiedere altro! Spero che la cittadina Bovalinese e la locride ci sostengano ancora di più, perché vorremmo diventare ancora più grandi e dare le giuste soddisfazioni sportive e turistiche al nostro territorio.

#Unitisivince